Archivio per marzo, 2012

I MIRACOLI DELLA TAV

Pubblicato: marzo 3, 2012 in Uncategorized

Peccato, non mi ero accorta che la costruzione dell’alta velocità in Val di Susa fosse così strategica per l’avvenire dei poveri giovani italiani costretti da anni a subire questo sfacelo, nell’annientare il loro futuro dato in mano a nostalgici pieni di frustrazioni post ventennio, da individui senza scrupoli che  negli ultimi quarant’anni hanno prodotto solo intrallazzatori e politici che quelli della cosiddetta prima repubblica erano delle educande. L’Italia ormai ridotta ad un bordello svende il futuro dei giovani al miglior protettore (a Roma si chiama pappone) vendendo a poco prezzo quel che rimane in nome della globalizzazione capitalistica, ahimè accettata e osannata da quella parte vecchia, marcia, moralista, bigotta, costruita da faccendieri senza scrupoli che in nome della produttività, del guadagno e della competizione ha trasformato la popolazione in robot il cui unico scopo è quello di vivere ubbidendo al loro volere senza se e senza ma.

Ma quello che mi ha fatto inorridire sono state le parole del presidente del consiglio italiano, che nella sua pacata e tranquillizzante conferenza stampa ha dichiarato che la costruzione della TAV è il toccasana unico e vero  per creare e risolvere la deriva del paese: darà ricchezza nella valle, azzererà la disoccupazione creando milioni di posti di lavoro, incrementerà il pil, e non di poco ridurrà il tempo di percorribilità di quella tratta e creerà una forte unione alle disposizioni europee con l’Italia (chi è che non è contento di passare ore ed ore per raggiungere il posto di lavoro nella propria città, ma in breve tempo può arrivare in Francia?). Che lui ascolterà con devozione tutti quelli che sono contrari e che dopo lunga ed accurata valutazione tutto rimarrà come prima, la TAV si farà e non tollererà manifestazioni atte alla violenza, altrimenti userà la linea dura (come se fino ad adesso fosse stato gentile!).

Quindi o si fa la TAV o si muore!

Annunci

LUCIO DALLA UN UOMO DI “MARE”

Pubblicato: marzo 1, 2012 in Uncategorized

Te ne sei andato come hai vissuto, in silenzio e senza luci, come questo capolavoro che rimarrà sempre nel mio cuore.
ciao Lucio