IL TEMPO DELLA NEVE

Pubblicato: febbraio 12, 2012 in Uncategorized

È arrivata la neve, siamo sommersi dalla neve, manca la corrente elettrica in alcune zone d’Italia, non si cammina per le principali strade cittadine e la gente fa scorte come in un periodo di carestia; chiudono le scuole e comincia la disperazione dei genitori dato che sono obbligati ad andare forzatamente a  lavorare (causa produttività) e quindi usano la scuola come baby sitter; disperati gli italiani vagano con le pale in mano e le catene ai piedi nel disperato tentativo di proseguire la frenetica vita cittadina che impone regole ed orari che non coincidono con il clima, che in barba alla frenesia umana si prende il suo tempo e ci mette in ginocchio. Se potesse l’uomo metterebbe regole anche per il tempo, proibendogli di arrivare nei giorni lavorativi, mai in prossimità delle festività natalizie (altrimenti non si spendono soldi per i doni), proibirebbe alla neve di cadere copiosa sui terreni di gioco delle partite di campionato (altrimenti verrebbero meno gli introiti sui diritti televisivi), non applicherebbe l’art. 18 licenziando le perturbazioni atmosferiche  senza giusta causa, farebbe nevicare a progetto ma solo nei paesi montani precettando la neve se esercita nei periodi di alta affluenza turistica, e creerebbe delle cooperative di Co.Co.Co. per istruire il personale alla spalatura del ponte sullo stretto di Messina, le case farmaceutiche farebbero a gara per creare lo sciroppo che, preso prima delle nevicate, toglie l’ansia da stress pre e post neve prevenendo la malsana voglia di restare in casa a godersi il calduccio e l’ozio che porterebbe il fisico ad oziare ancora creando spiacevoli assuefazioni ad esso.

Annunci
commenti
  1. nico ha detto:

    Nulla di più azzeccato amica mia, le tue parole sono un monito che dovrebbe esser letto da certi personaggi per riflettere…anche se gran parte di questa gente non rifletterebbe per niente!
    In tutto questo una frase simpatica, scritta da mia sorella su facebook…e cioè una frase che somiglia a questa “finalmente adesso, dopo che i nostri predecessori ci hanno triturato con questa nevicata del ’56, anche noi potremo finalmente dire ai nostri nipoti e pronipoti ” 🙂 Un abbraccio ci vediamo presto…

  2. nico ha detto:

    Nulla di più azzeccato amica mia, le tue parole sono un monito che dovrebbe esser letto da certi personaggi per riflettere…anche se gran parte di questa gente non rifletterebbe per niente!
    In tutto questo una frase simpatica, scritta da mia sorella su facebook…e cioè una frase che somiglia a questa: Finalmente adesso, dopo che i nostri predecessori ci hanno triturato con questa nevicata del ’56, anche noi potremo finalmente dire ai nostri nipoti e pronipoti “Ma mai come la nevicata del ’12” 🙂 Un abbraccio ci vediamo presto…

  3. paroleinpentola ha detto:

    Mio caro piede, forse l’elenco dei ricordi sarà più lungo e speriamo di poter raccontare qualcosa di diverso, tipo siamo finalmente riusciti a mandarli tutti in malora!
    Un abbraccio da 0 0 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...